Notizia del 14/03/2012

Bresciaoggi - Nuovo Eden Cinema Senza Barriere

Una cuffia a raggi infrarossi diffonder‡ un commento audio Sui sottotitoli i dialoghi, ma anche indicazioni su rumori e suoni. Con il ´Cinema senza barriereª anche non vedenti e non udenti potranno gustare un film al ´Nuovo Edenª

BRESCIA. Brescia Ë stata la prima citt‡ a dotarsi di un bancomat per i non vedenti e a installare i semafori sonori: un¥attenzione, quella della Leonessa per le diverse abilit‡, che si rinnova con il ´Cinema senza barriereª, il progetto inaugurato al Nuovo Eden per consentire la fruizione delle proiezioni cinematografiche anche a persone non vedenti, ipovedenti e sorde.
IL PERCORSO di adeguamento Ë stato lungo e complicato, anche perchÈ nel frattempo le tecnologie disponibili sono state soppiantate da nuovi sistemi di ultima generazione, come spiega la direttrice del Nuovo Eden, Francesca Bertoglio.
Grazie al bando della Fondazione Comunit‡ bresciana Ë stato possibile ottenere il finanziamento per potersi dotare degli adeguamenti tecnologici, mentre la Fondazione Cariplo garantir‡ per i prossimi tre anni le risorse per il noleggio delle audioguide e dei sottotitoli.
Con le tecnologie del ´Cinema senza barriereª (un brevetto dell¥Associazione italiana cinema d¥essai di Milano), attualmente presenti a Brescia, Milano, Roma e Bari, i non vedenti possono seguire il film grazie a una cuffia a raggi infrarossi che diffonde un commento audio con la descrizione di scenari, stati d¥animo, azioni, modalit‡ di ripresa, paesaggio.
I non udenti, invece, possono leggere i sottotitoli con i dialoghi, ma anche indicazioni sui rumori, i suoni e la colonna sonora. Con un sistema di sincronizzazione, la proiezione Ë implementata con questi dati integrativi, restando perÚ ugualmente fruibile dalle persone senza disabilit‡ alla vista o all¥udito.
´LA CULTURA deve essere fruibile da tuttiª, ribadisce l¥assessore Andrea Arcai, ricordando che nella realizzazione del progetto sono stati coinvolti l¥Unione italiana ciechi e ipovedenti di Brescia presieduta da Sandra Inverardi e l¥Ente nazionale sordi di Brescia guidato da Paolo Girardi; con le due associazioni sono stati condivisi anche il calendario e i titoli della rassegna.
Periodicamente, il Nuovo Eden presenter‡ un programma di film che potranno essere seguiti con le tecnologie del ´Cinema senza barriereª, un modo per consentire anche a chi ha problemi di vista e udito di andare al cinema con amici, parenti e insieme a tutti gli altri utenti.
Si incomincia con il calendario primaverile che prender‡ il via domani, alle 21, con la proiezione del film ´Il concertoª di Radu Mihaileanu, che racconta la storia di un direttore d¥orchestra del Bolschoi defenestrato dal regime di Breznev e ridotto a semplice addetto alle pulizie nel medesimo teatro, che coglie al volo un¥inaspettata occasione.
Seguiranno il 26 aprile il film ´Terrafermaª di Emanuele Crialese, il 24 maggio ´Gli abbracci spezzatiª di Pedro Almodovar e il 28 giugno ´Poticheª di FranÁois Ozon. I biglietti ingresso sono al prezzo speciale di 4 euro (ingresso omaggio per l¥accompagnatore).
´IL CINEMA aperto a tutti Ë una concreta occasione di aggregazione sociale, ci auguriamo che alle proiezioni si uniscano a noi tanti cittadini interessati ai filmª, dicono Inverardi e il past president dell¥Unione ciechi, Claudio Romano, mentre Girardi dell¥Ente nazionale sordi ricorda come ´a lungo il nostro ente aveva combattuto per ottenere i sottotitoli al cinema, non ottenendo mai nulla: ecco perchÈ sul tema delle barriere bisogna continuare a lottareª.

di Lisa Cesco