Notizia del 26/10/2008

Bresciaoggi - Equitazione Per Non Vedenti L'Autunno Triplica L'Appuntamento

LA REGIA È DI FOR-H DI GILBERTO POZZA E OMBROMANTO DI MANUELA CROVATO
Alla «Cavallerizza Bettoni» la sede ideale per realizzare i tre progetti

BRESCIA. L'appuntamento autunnale con l'equitazione per i ragazzi non
vedenti triplica. Grazie alla stretta collaborazione tra la For-H di
Gilberto Pozza e Ombromanto di Manuela Crovato riprendono infatti gli
incontri equestri per i ragazzi affetti da deficit visivo e partono due
nuovi progetti con l'indispensabile il supporto di Barbara Pozza, tecnico di
orientamento e mobilità per non vedenti.
Vero e proprio "teatro delle lezioni", è il caso di dirlo, sarà la splendida
cornice della Società della Cavallerizza Alessandro Bettoni a Brescia.
Per questo, forte gratitudine vanno al presidente e a tutti gli istruttori
che non hanno avuto esitazioni nell'accogliere i progetti e
nell'organizzarsi per il difficile incastro fra le varie attività.
Abbiamo detto che sono tre i progetti sulla linea di partenza.
Nel primissimo pomeriggio prende avvio "Insieme per tutto l'anno", che offre
la possibilità di praticare l'attività equestre da settembre a giugno,
seguendo il calendario scolastico, con un appuntamento settimanale.
Il progetto nasce dall'esigenza di soddisfare il desiderio evidente di
qualche ragazzo di restare in compagnia dei cavalli per molto più tempo
rispetto ai consueti incontri di primavera e autunno e, non ultimo, di dare
la possibilità di progredire nell'acquisizione di conoscenze e competenze
con un itinerario più completo e lineare.
Riprende "S/Cavalcando il buio" che, giunto alla settima edizione, è
diventato una scadenza sempre in grado di rinnovarsi e di proporre nuovi
obiettivi, la Cavallerizza Bettoni offre, per lo svolgimento degli incontri,
un coperto, ma, vera novità, anche lo spazio all'aperto con rettangolo di
dressage e pista da galoppo.
I ragazzi sperimenteranno e vivranno l'emozione dell'erba sotto gli zoccoli,
del lavoro fuori dal rettangolo in sabbia, proveranno l'esperienza che, nel
rispetto delle regole di sicurezza, più si avvicina alla gestione del
cavallo negli spazi aperti.
E infine "1,2,3. Sella!" progetto di psicomotricità a contatto con il
cavallo per bambini, con disabilità visiva, a partire dai 4 anni. Cavallo e
psicomotricità sono un binomio estremamente poliedrico per tutti e tre gli
aspetti fondamentali dello sviluppo armonico dell'essere umano: motorio,
emozionale/affettivo e cognitivo.
I bambini, soprattutto piccoli, con disabilità visiva hanno, nel maneggio,
con il cavallo e con istruttori altamente qualificati, la possibilità di
avere vissuti conformi al loro naturale desiderio di esplorazione,
conoscenza, movimento, ricerca di novità, costruzione di nuove relazioni.
L'appuntamento è il martedì, a partire dalle ore 14 fino alle ore 18.
Per maggiori informazioni ci si può rivolgere a: Manuela Crovato (328-10 22
632) o Barbara Pozza (348-35 85 101).