Notizia del 27/05/2009

Giornale Di Brescia - A Gargnano Il Teatro Va Oltreconfine

GARGNANO - Nella sala polifunzionale «A. Castellani» di Gargnano stasera alle 21 il Gruppo teatrale Oltreconfine dell’Unione Italiana Ciechi, accompagnato dal trio musicale della Corte degli Artisti (Daniela Gozzi flauto, Giuliano Papa violoncello, Alfredo Scalari pianoforte) presenta un proprio spettacolo legato a sensorialità, ritmo, movimento, con la regia di Sergio Isonni. Interverrà anche lo scrittore Flavio Emer, presidente del Premio 2009 della Fondazione Marcello Callegari che è stato assegnato proprio al gruppo oltreconfine nell’ambito di ARTinCAP. In mattinata, alle 11, all’Istituto d’arte di Gargnano ci sarà un confronto sul tema «Arte come strumento di riscatto del disagio». La rassegna ARTinCAP desidera sottolineare come l’arte spesso sia un veicolo di difesa, di riscatto sociale e di affermazione personale, anche e soprattutto nella difficoltà (e, in senso lato, in caso di disabilità vissuta in qualsiasi modo).
L’esperienza teatrale della Sezione provinciale di Brescia dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus è cominciata quattro anni fa, con la promozione di un laboratorio teatrale da essa sponsorizzato, diretto dall’attrice Laura Mantovi e riservato ai soci. Obiettivo dell’iniziativa era di dimostrare che i disabili visivi, se adeguatamente supportati e preparati, possono realizzare potenzialità e capacità di comunicazione e relazionali alla stregua delle persone cosiddette normodotate. È maturato un vero gruppo teatrale, che ha già realizzato vari spettacoli, fino a «L’essenziale è invisibile agli occhi».