Notizia del 17/09/2009

Giornale Di Brescia - Se Le Siepi Feriscono I Ciechi

uartiere Don Bosco a trovare un mio amico, cieco. Aveva un brutto
graffio sul viso, anche se in via di guarigione, vicino all’occhio destro. Gli ho chiesto che cosa gli fosse successo. La risposta: «Qui nelle vie del Quartiere, via Toscana, via Lazio, via Lombardia ecc, dai giardini delle ville sporgono anche per mezzo metro rami di alberi, di siepi, addirittura di rosai per cui, non vedendoci, mi capita di procurarmi questi graffi. In questo Quartiere abitano altri ciechi ed ipovedenti, tutti a rischio non solo di graffi pericolosi, ma anche di
andare a sbattere sia contro auto parcheggiate sui marciapiedi, sia
contro cassonetti a volte male posizionati, sia contro certi pali
dell’illuminazione o altro che, senza preavviso, a volte vengono fissati
in mezzo agli stessi marciapiedi. Gli addetti del Comune, più volte
avvisati dei problemi, non si sono mai attivati». Direttore, e se tutti ci fermassimo un momento a riflettere sui nostri comportamenti, spesso superficiali, noncuranti, egoistici, comunque colpevoli per le conseguenze che possono arrecare a persone che fanno già tanta fatica a vivere una vita che per noi è normale? Proviamo a metterci, ogni tanto, nei loro panni. Giuliana Montanari Brescia