Notizia del 17/09/2009

Giornale Di Brescia - Pratiche Inps PiÙ Semplici Per Ciechi E Ipovedenti

In funzione da oggi in via Divisione Tridentina lo sportello «punto cliente avanzato» per venire incontro ai disabili visiviDa oggi i ciechi e gli ipovedenti bresciani potranno svolgere tutte le pratiche Inps tramite il «punto cliente avanzato» aperto nella sede della loro Unione in via Divisione Tridentina 54 a Brescia. Si tratta di un vero e proprio sportello attivato per consentire una più facile ed efficace erogazione dei servizi previdenziali al maggior numero di utenti disabili visivi bresciani. «La nostra struttura ha scelto da anni di non limitare la propria azione alla tutela dei disabili visivi - ha detto il presidente della sezione provinciale di Brescia dell’Uici, Unione italiana ciechi e ipovedenti, Claudio Romano - ma di estenderla all'organizzazione del maggior numero possibile di servizi per la categoria. Quello che presentiamo oggi - ha continuato Romano - permetterà ai nostri associati di trovare un migliore accesso ai servizi dell'Inps, in quanto saranno accolti nella loro casa da personale, debitamente formato, con cui hanno più familiarità e confidenza». «L’Inps prosegue nella sua mission di aprire punti clienti dove più sentite ne sono le esigenze - ha detto il suo direttore di Brescia Antonio Maria Di Marco - con il duplice vantaggio di avvicinare i servizi al cittadino e di decongestionare il proprio front-office. È il nono sportello decentrato che apriamo, dopo i sei circoscrizionali cittadini, quello di Orzinuovi e quello all’Ens di Brescia, riservato ai sordomuti e siamo disponibili ad estenderne il numero, a disposizione di tutti, dove maggiore avesse a rivelarsi la necessità, come le zone di montagna». Presso il punto cliente dell’Uici, che la sua vicepresidente Sandra Inverardi preferisce chiamare «punto d’incontro agevolato», sarà possibile espletare la quasi totalità delle pratiche Inps, con la sola esclusione delle più delicate, ed inizialmente sarà aperto per 3 ore mensili, dalle 14 alle 17 del secondo mercoledì di ogni mese, con la prospettiva di una successiva intensificazione dell’attività. «L’apertura del punto all’Ens ha fatto nascere l’idea di aprire un servizio analogo nell’Uici - ha aggiunto Giorgio Carresi, responsabile comunicazione Inps Brescia -; evitare di far raggiungere la sede a chi porta questa tipologia di disabilità ci inorgoglisce e ci induce a proseguire sulla strada intrapresa». Franco Armocida