Notizia del 17/11/2009

Giornale Di Brescia - Bus, Per I Disabili L'Abbonamento Con Lo Sconto

persone portatrici di handicapIl bus amico ha un costo ridotto ed è facilmente raggiungibile. Di un trasporto attento alle loro difficoltà hanno bisogno i disabili. La convenzione firmata dai presidenti di Brescia Trasporti e della Federazione Fand - Andrea Gervasi e Cristoforo Bassi - va in questa direzione. La Fand riunisce le principali associazioni dei disabili (Associazione nazionale mutilati e invalidi civili, Associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro, Ente nazionale sordomuti, Unione italiana ciechi e ipovedenti, Unione nazionale mutilati per servizio) e rappresenta nella nostra provincia circa cinquantamila persone. In città e nei 14 Comuni dell’hinterland, grazie all’accordo raggiunto, gli iscritti potranno dal prossimo gennaio acquistare l’abbonamento al bus di Brescia Trasporti con uno sconto del 10 per cento. Questo è un primo passo significativo, nel percorso avviato per facilitare ai disabili l’accesso ai mezzi pubblici. Altri interventi sono allo studio e in corso di realizzazione, per abbattere le barriere alle fermate. La convenzione presentata ieri nella sede di Brescia Trasporti prevede una sperimentazione di 12 mesi, per tutto il 2010, con verifica nel mese di ottobre per un’eventuale proroga. Lo sconto sul costo dell’abbonamento è previsto per le invalidità comprese nella fascia che va dal 30 al 99 per cento, indipendentemente dalla certificazione Isee. La procedura è semplice: sarà l’associazione di appartenenza a controfirmare il modulo di richiesta, per confermare il diritto dell’associato, che si presenterà alle casse di via San Donino 30 e di piazza Loggia 13 per il rilascio dell’abbonamento scontato. Per le persone con gravi difficoltà continua il servizio Accabus - porta a porta a chiamata con mezzi attrezzati - avviato nel ’98 e oggi attivo per più di 80 utenti. Nella rete del trasporto urbano, su una mappa che si articola in 1.158 fermate, la ricognizione disposta dall’Assessorato alla mobilità ne ha individuate 438 già idonee o facilmente sistemabili secondo le esigenze dei disabili e si lavora per dare ulteriori opportunità, con la predisposizione di pedane, scivoli e segnalazioni acustiche. «Brescia Trasporti è un’azienda che fa capo all’Amministrazione comunale - ha ricordato il presidente Gervasi - e dev’essere a disposizione della comunità, secondo le esigenze che si manifestano». «Le associazioni tutelano diverse categorie, che nella Federazione affrontano i problemi comuni», ha spiegato il presidente della Federazione tra le associazioni nazionali dei disabili. Previdenza, assistenza, istruzione, sanità, collocamento al lavoro, abbattimento delle barriere architettoniche, sport e turismo sociale sono i vari ambiti d’impegno condiviso nel comitato di coordinamento, eletto in una recente riunione. Il presidente Bassi è affiancato dal vicepresidente Franco Buffoli. Del comitato provinciale fanno parte anche Livio Righetto per l’Anmic, Paolo Girardi e Paola Pedrazzi per l’Ens, Arrigo Varano e Giovanni Lai dell’Unms, Claudio Romano e Paolo Ambrosi dell’Uici, Noris Riva dell’Anmil.e. n.