Notizia del 08/01/2012

Andrea Bettini 'Il Mio Piano Anche Su Quella Gru'

BRESCIADieci anni per realizzare qualcosa che allíinizio sembrava
sfuggirgli di mano, ma che poi, con il passare del tempo, ha iniziato a
prendere forma nel pentagramma. Il musicista e compositore bresciano
Andrea Bettini Ë uscito con il suo primo album autoprodotto ´Suonare
piano terzoª (acquistabile anche su www.andreabettini.net), sette brani
strumentali suonati al pianoforte e una canzone cantata dallo stesso
autore, il quale racconta dalla sua prospettiva la protesta degli
immigrati saliti sulla gru di via San Faustino, a Brescia. Lo fa con un
brano che sembra una filastrocca dai toni tuttíaltro che esasperati,
anche se il testo spiega chiaramente le difficolt‡ e le delusioni degli
immigrati. Bettini racconta il disco: ´Nel corso degli anni ho vissuto
esperienze che ho voluto tradurre in musica e alla fine ho scritto pezzi
strumentali che incarnano stati díanimo e percezioni, tanto che questo
album mi rappresenta in pieno. Come nel caso della malinconica "Tarde
Gris", che incrocia i suoni di pianoforte e fisarmonica in una struggente
melodia che richiama il tango argentinoª. Líalbum, registrato a
Tavagnacco nello studio Artesuono di Stefano Amerio, inizia con ´Partite
valse portÈnaª, pezzo dedicato a Marina Carli. ´» crepuscolare, con un
piglio malinconico; poi sfocia nel leggero ottimismo: la malinconia sul
filo di una melodiaª. Soprattutto le ultime tracce - ad esempio ´Bretagne
29ª (un omaggio alla terra amata da Bettini) e ´Moon Over Zignoneª (notti
di parole, birra e silenzi in una casetta di montagna) - sembrano
lasciare spazio al rimpianto per le cose perdute, sempre con quel tocco
che rende questo album raffinato e mai noioso. Andrea Croxatto