Notizia del 11/01/2012

L'Unione: 'Ben Venga, Ma Brescia E' Gia' Avanti

n´Ben venga tutto ciÚ che puÚ favorire líaccesso a internet, alla
cultura e alla socializzazioneª. CosÏ si esprime Sandra Inverardi,
presidente della sezione provinciale dellíUnione italiana ciechi, a
proposito di FreeRumble; ´anche se per noi - aggiunge - non rappresenta
una novit‡ in assoluto. Brescia Ë infatti allíavanguardia per quanto
riguarda le opportunit‡ di accesso alla rete: dal 2006 organizziamo corsi
finalizzati allíacquisizione di competenze informatiche, con ottimi
risultati, e da poco ne abbiamo attivato uno nuovo per riqualificare
coloro, ciechi e ipovedenti, che utilizzano il computer in ambito
lavorativoª. La presidente Inverardi racconta che, seppur con qualche
limitazione, sono molte le persone che gi‡ utilizzano Facebook e Twitter
con líaiuto di sintetizzatori vocali o con la barra braille. Quindi, il
pc non Ë ´questo sconosciutoª per i non vedenti, anzi ha permesso a molti
di loro, giovani e adulti, di introdursi nel mondo del lavoro, oltre che
interagire nei social network. ´Non dimentichiamo poi un progetto tutto
bresciano: il Centro del libro parlato "Fratelli Milani", attivo da oltre
ventíanni, che produce audiolibri grazie alla collaborazione di molti
volontari, e promuove la lettura a livello nazionale. Dal 2007 Ë
possibile scaricare i libri direttamente dal sito www.lponline.uicbs.it.
Líimportante - conclude Sandra Inverardi - Ë non restare chiusi troppo
tempo dentro casa, ma cercare sempre il contatto diretto con le persone,
aprirsi a nuove esperienze, magari attraverso lo sport o i corsi di
balloª. Ma questo vale un po' per tutti: nessun social network puÚ
sostituire líemozione di un incontro, il calore di un abbraccio, il
piacere di condividere un momento di persona.p. dol.