Vai al contenuto principale della pagina

Contenuto della pagina

Nuovi regolamenti dei fondi per i bisogni dei soci

Si informa che il Consiglio sezionale, nella sua seduta del 5 Ottobre 2018, ha deliberato il "Nuovo regolamento per l'erogazione dei contributi di solidarietà per i bisogni straordinari dei soci" ed il 

 "Nuovo regolamento per l'erogazione di contributi per i bisogni speciali di soci con pluridisabilità". 

Il testo integrale dei nuovi regolamenti è reperibile sul sito sezionale www.uicbs.it, può essere richiesto all'indirizzosegretario@uicbs.ite viene riportato integralmente a seguire.

Nuovo regolamento per l'erogazione dei contributi di solidarietà per i bisogni straordinari dei soci

Art. 1

L'erogazione dei contributi di solidarietà per i bisogni straordinari dei soci è deliberata dal Consiglio Sezionale o dall'Ufficio di Presidenza sezionale nel rispetto del presente regolamento, su proposta motivata del Presidente, sentito il Coordinatore della commissione interessata, il referente di settore o analizzata la richiesta presentata dal socio agli uffici sezionali.

Art. 2

Ogni socio in regola con la quota associativa può richiedere contributi di solidarietà per i bisogni straordinari dei soci: 

a)         per gravi motivi di salute;

b)        per l'acquisto di ausili tecnici o informatici, integrativi o compensativi dello stato di handicap, non previsti dal nomenclatore tariffario; 

c)         per gravi situazioni socio-economiche del proprio nucleo familiare.

Art. 3

I soci possono usufruire dei contributi di solidarietà in base ai seguenti criteri:

a)         straordinarietà del bisogno;

b)        situazione di effettivo bisogno, definita dai seguenti parametri:

B1 - reddito imponibile nell'anno precedente del socio inferiore a 18.000 €; 

B2 - maggiorazione di tale limite di 2.000 € per ogni componente il nucleo familiare fiscalmente a carico del socio; 

B3 - maggiorazione ulteriore di 2.500 € per ogni componente il nucleo familiare in situazione di pluridisabilità o di anzianità non autosufficiente e fiscalmente a carico del socio; 

c) richiesta motivata in forma scritta su apposito modulo predisposto dalla Sezione e sottoscritto dal richiedente, nel quale ad integrazione dei dati personali del socio, del numero dei componenti il nucleo familiare fiscalmente a carico e fra essi dei familiari in situazione di pluridisabilità o di anzianità non autosufficiente, venga dichiarato il reddito imponibile del socio relativo all'anno precedente alla domanda di contributo; 

d) giustificazione documentata della spesa sostenuta; 

e) l'erogazione del contributo a favore del socio, per il carattere di straordinarietà, sarà disposta una tantum e non potrà essere ripetuta per la medesima causa.

Art. 4

Il contributo potrà coprire fino ad un massimo del 50% della spesa, tenuto conto dello stanziamento disponibile e delle richieste pervenute ed aventi i requisiti previsti dal presente regolamento.

Art. 5

Ogni anno il Consigliere Delegato proporrà al Consiglio sezionale in tempo utile l'importo dello stanziamento destinato a finanziare i contributi da iscrivere nel budget preventivo dell'anno successivo.

Art. 6

In deroga all'art. 2 e all'art. 3 del presente regolamento, a favore dei soci che si trovano in condizioni economiche d'indigenza, su proposta del Presidente, il Consiglio può deliberare l'erogazione di contributi per un massimo di euro 500,00 annui per ogni socio che comprovando lo stato di indigenza personale e familiare, ne faccia domanda scritta alla Sezione. 

Art. 7

Le modalità di accesso ai contributi dovranno essere portate a conoscenza dei soci per dare loro l'opportunità di proporre domanda di contributo.

Nuovo regolamento per l'erogazione di contributi per i bisogni speciali di soci con pluridisabilità

Art. 1

L'erogazione dei contributi per i bisogni speciali dei soci con pluridisabilità è deliberata dal Consiglio Sezionale o dall'Ufficio di Presidenza sezionale nel rispetto del presente regolamento, su proposta motivata del Presidente, sentito il Coordinatore della commissione interessata, il referente di settore o analizzata la richiesta presentata dal socio o suo tutore, agli uffici sezionali.

Art. 2

Il contributo speciale viene assegnato per favorire attività integrative, riabilitative, ricreative.

Art. 3

I criteri per accedere al contributo sono i seguenti:

a) bisogno effettivo;

b) comprovato vantaggio per l'interessato;

c) preventiva richiesta scritta;

d) documentazione della spesa sostenuta.

art. 4

Il contributo potrà coprire fino ai due terzi della spesa prevista da ciascun richiedente e non dovrà comunque superare il 30 % dello stanziamento.

Art. 5

In sede di riconoscimento dei contributi, in presenza di più richieste, la priorità sarà riservata alle domande dei soci in situazione di disagio economico e che non abbiano mai fruito di interventi erogati a questo titolo.

Art. 6

Ogni anno il Consigliere Delegato proporrà al Consiglio sezionale in tempo utile l'importo dello stanziamento destinato a finanziare i contributi da iscrivere nel budget preventivo dell'anno successivo.

Art. 7

Le modalità di accesso ai contributi dovranno essere portate a conoscenza dei soci e delle loro famiglie per dare loro l'opportunità di proporre domanda di contributo.