Vai al contenuto principale della pagina

Contenuto della pagina

Giornale di Brescia - SPORT - Il Progetto Mite chiude alla grande: successo in Veneto

La scuderia bresciana Progetto Mite, che fa gareggiare navigatori non vedenti e ipovedenti, ha terminato la stagione nel modo migliore: vittoria dei propri equipaggi e di scuderia al 16° Memorial del Grande, classica di chiusura della regolarità svoltasi ad Arzignano.

Sotto un acqua che ha accompagnato i partecipanti per tutta la gara, tra le 50 auto storiche, con la Opel Kadett Gte Gr2 la vittoria è andata al pilota bresciano Angelo Tobia Seneci, navigato dalla veronese Sonia Cipriani, non vedente che utilizza il linguaggio braille per guidare il pilota.

Tra le 16 auto moderne, si sono imposti invece Jacopo Scoscini ed Edoardo Cipriani su Bmw 320Xd.

Per Seneci-Cipriani, la vittoria è stata costruita, dopo una partenza disastrosa, nella seconda parte di gara prendendo il comando all’11ª delle 16 prove cronometrate.

«È un successo di squadra - sottolinea il presidente del Progetto Mite, Gilberto Pozza - che conferma quanto di buono fatto per tutta la stagione, con la vittoria del nostro pilota Giacomo Turri e della scuderia nel trofeo Tre Regioni, il vero campionato della regolarità».

La pioggia ha messo a dura prova commissari di percorso, molti dei quali bresciani e cronometristi.

Grazie però alla collaudata macchina organizzativa del Rally Club Team, orchestrata egregiamente da Renzo «Jack» De Tomasi, ogni difficoltà è stata superata e tutto si è svolto nel migliore dei modi.