Vai al contenuto principale della pagina

Contenuto della pagina

BresciaOggi - I PROGRAMMI. Le iniziative sono condizionate dalle restrizioni anti Covid. Proposti corsi di orientamento e di mobilità

 
Anno nuovo, attività di sempre L'Unione ciechi torna in marcia 
Pronte a ripartire tutte le attività messe a disposizione degli iscritti Accesso al Centro del libro parlato consentito solo su prenotazione 

Gli uffici della sezione di Brescia dell'Unione ciechi hanno sede in via Tridentina, in città. 
L'Unione ciechi di Brescia inizia il nuovo anno rinnovando i servizi dedicati ai propri soci, pur nelle limitazioni imposte dalla pandemia che da ormai un anno ha mutato gli stili di vita e le abitudini di tutti. Sono accessibili ma esclusivamente su appuntamento gli uffici della sezione di via Tridentina, dove c'è pure il Centro del libro parlato, fondato nel 1973 come la nastroteca Fratelli Milani (intitolata a Carlo e Giulia Milani benefattori dell'Uici). Ma l'anno nuovo è iniziato pure sotto forma di simpatiche opportunità, come per esempio il francobollo commemorativo dei cento anni dell'Uici, a tiratura limitata e dal costo di 1.15 euro a pezzo; disponibili pure cartoline obliterate, tessere filateliche e bollettini illustrativi. Per prenotare questo materiale basta inviare una mail a: segretario@uicbs.it o telefonare (030.2209413/425) entro il 15 gennaio. INOLTRE è possibile acquistare le ultime scatole di caramelle «gusta e vinci» pensate per la raccolta fondi «un dono per la vista» ma, anche queste, ideate appositamente per il centenario; il cubo contiene delle caramelle gelatine, in fondo alle quali è posto un biglietto che in alcuni casi annuncerà la vincita di premi quali strumenti tecnologici o buoni spesa. È stata invece prorogata al 31 marzo la diffusione dei buoni taxi per il 2021, distribuiti dagli uffici di Uici per conto del Comune di Brescia in convenzione con Radio Taxi Brixia. In tema di mobilità saranno proposti corsi di orientamento e mobilità, ovvero percorsi formativi individuali da 20, 40 o 60 ore, tenuti da istruttori professionisti, che hanno lo scopo di fornire gli strumenti per una migliore gestione delle abilità sensoriali e per aiutare a maturare un'adeguata capacità di orientamento e gestione dello spazio in autonomia. OVVIAMENTE gli istruttori garantiranno l'adozione di comportamenti di protezione personale. L'incontro di presentazione si terrà nei primi mesi del 2021 con modalità da definirsi (info entro il 15 gennaio a segretario@uicbs.it). Sempre il 15 gennaio è l'ultimo termine per avere aiuto nella stesura di un progetto personalizzato per il bando a sostegno degli studi musicali già in corso di bambini e ragazzi tra i 7 e i 18 anni. Tale bando (che scade il 1 febbraio) contribuisce a finanziare un massimo di 80 ore di lezione da svolgersi in un anno, coprendo il 50 per cento del costo totale del progetto. I progetti sono individuali e potranno essere realizzati ricorrendo unicamente a docenti in possesso di diploma di Conservatorio e documentata esperienza nel settore della disabilità visiva.// IRENE PANIGHETTI